martedì 20 agosto 2019
Calendario
Orari S. Messe

Feriali e Prefestivi

Orario Ore 18.00
Lunedì
Mercoledì
Venerdì
Chiesa
San Pio
Orario Ore 18.00
Martedì
Giovedì
Chiesa
S.Maria Assunta

Martedì, Giovedì e Sabato

Orario Ore 08.00
Chiesa
S.Maria Assunta
 

Festivi

Orario Ore 8.30
Chiesa
S.Maria Assunta
Orario Ore 10.00
Chiesa
San Pio
Orario Ore 11.30
Chiesa
San Pio
Orario Ore 18.00
Chiesa
S.Maria Assunta
La nuova Chiesa

La nuova Chiesa

Segui l'avanzamento della realizzazione della nuova Chiesa dedicata a San Pio da Pietrelcina.
Sostieni anche tu il progetto...

Msg Medjugorje
Messaggio di Medjugorje del 25 maggio 2014
Cari figli! Pregate e siate coscienti che senza Dio siete polvere. Perciò volgete i vostri pensieri e il vostro cuore a Dio e alla preghiera. Confidate nel Suo amore. Nello Spirito di Dio, figlioli, tutti voi siete invitati ad essere testimoni. Voi siete preziosi e io vi invito, figlioli, alla santità, alla vita eterna. Perciò siate coscienti che questa vita è passeggera. Io vi amo e vi invito alla nuova vita di conversione. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. continua»
Riduci
Omelia del giorno
Riduci
Sfida chierichetti
Riduci
Articoli

Omelia di Papa Francesco del 25 febbraio 2014

Pubblicato martedì 25 febbraio 2014 da Lorenzo Fettucciari in Omelia del giorno

“E i morti sembrano far parte di una contabilità quotidiana. Siamo abituati a leggere queste cose! E se noi avessimo la pazienza di elencare tutte le guerre che in questo momento ci sono nel mondo, sicuramente avremmo parecchie carte scritte. Sembra che lo spirito della guerra si sia impadronito di noi. Si fanno atti per commemorare il centenario di quella Grande Guerra, tanti milioni di morti… E tutti scandalizzati! Ma oggi è lo stesso! Invece di una grande guerra, piccole guerre dappertutto, popoli divisi… E per conservare il proprio interesse si ammazzano, si uccidono fra di loro”.
“Anche abitualmente davanti a un conflitto, ci troviamo in una situazione curiosa: andare avanti per risolverlo, litigando. Col linguaggio di guerra. Non viene prima il linguaggio di pace! E le conseguenze? Pensate ai bambini affamati nei campi dei rifugiati… Pensate a questo soltanto: questo è il frutto della guerra! E se volete pensate ai grandi salotti, alle feste che fanno quelli che sono i padroni delle industrie delle armi, che fabbricano le armi, le armi che finiscono lì. Il bambino ammalato, affamato, un campo di rifugiati e le grandi feste, la buona vita che fanno quelli che fabbricano le armi”.
“Quante famiglie distrutte perché il papà, la mamma non sono capaci di trovare la strada della pace e preferiscono la guerra, fare causa… La guerra distrugge! ‘Da dove vengono le guerre e le liti che sono in mezzo a voi? Forse non vengono dalle vostre passioni?’. Nel cuore! Io vi propongo oggi di pregare per la pace, per quella pace che soltanto sembra sia diventata una parola, niente di più. Perché questa parola abbia la capacità di agire, seguiamo il consiglio dell’Apostolo Giacomo: ‘Riconoscete la vostra miseria!”.

Commenti

Attualmente non ci sono commenti. Scrivi tu il primo.

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti! Accedi se sei già registrato oppure registrati se sei un nuovo utente
Home   |   Chiesa   |   Articoli   |   Attività   |   Catechesi   |   Gruppi   |   Calendario   |   Gallery   |   Contatti
© Parrocchia Santa Maria Assunta | P.Iva: 94002140542